News

11.10.2018

Scia obbligatoria, ma solo per le piscine di recente apertura

Approvata la nuova disposizione legislativa che vede obbligatorio il pagamento della SCIA solo per le attività più recenti

Categorie: News, Piscine News, Gestione Piscine, Normative Piscine

a cura della Redazione

Nuovi aggiornamenti riguardo alla proposta normativa presentata dal PD, primo firmatario il capogruppo Leonardo Marras. In data 9 ottobre il Consiglio regionale della Toscana ha approvato, unanimemente, la nuova legge che rivede vecchie disposizioni riguardo alle piscine private a uso collettivo. A dispetto di quanto accaduto con la legge regionale 8 del 2006, i titolari delle piscine già in esercizio al momento dell’entrata in vigore della suddetta legge – 26 febbraio 2010 – sono sollevati dall’onere di pagare la SCIA (segnalazione certificata di inizio attività).

In estate, il consiglio regionale aveva sostenuto all’unanimità una mozione d’emergenza a favore di quelle attività erroneamente penalizzate dalla vigilanza della Asl, che richiedeva la SCIA a strutture già in servizio. Sono 3.000 le attività turistico-ricettive in Toscana grate alla commissione per aver preso in considerazione il problema e fatto sì che il consiglio regionale intervenisse prontamente.



 
 
Torna indietro