News

turismo nave pronta a salpare
22.08.2013

In crescita il mercato del turismo alberghiero

Trend positivo per il turismo alberghiero, che fa sperare per il mercato del benessere e delle piscine

Categorie: wellness, wellness news, ricerche e studi scientifici, strutture ricettive, mercato benessere,

a cura della redazione di Sport Industry

Buone notizie dal mercato del turismo alberghiero. I dati registrati dall’Osservatorio di Alberghi Confindustria di Giugno 2013 (ed elaborati da STR Global), evidenziano infatti una una crescita rispetto allo stesso periodo del 2012 (gennaio - giugno 2013).

Si pensi che il tasso di occupazione (TOC) ha registrato un 61,1% (+4,6% rispetto al 2012), mentre il Ricavo Medio per Camera Disponibile (RevPar) a giugno ha raggiunto i 76,58 euro contro i 71,55 euro dello scorso anno.

Se si considerano gli ultimi 12 mesi, si evidenzia un RevPar che oscilla tra uno 0,3% dei 5 stelle e un -0,1% dei 3 stelle, mentre alle strutture 4 stelle va la medaglia d’oro con un positivo 61% e una variazione dell’1,5% rispetto al 2012.

Trend positivi anche per quanto riguarda i viaggiatori internazionali. Secondo i dati riportati da Unwto, i viaggiatori internazionali da gennaio ad aprile sono stati 298 milioni, 12 milioni in pi rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.

Tra le citt d’arte, dove sono presenti le strutture di catena associate, va segnalata la buona tenuta di Firenze che con un RevPar di € 77,51 conquista un +3,3% e quella di Roma che, con 98,06 euro segna una crescita dell’indice pari al 2,5%.

Anche per il periodo maggio-agosto, le previsioni si mantengono positive: 435 milioni sono i turisti attesi nel mondo, che corrispondono a circa il 40% degli arrivi totali in un anno.

In crescita, infine, le spese dei turisti stranieri in Italia. Secondo il rapporto mensile sul turismo internazionale dell'Italia della Banca d'Italia, le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 2.485 milioni sono aumentate dell'1,2%. Nel periodo gennaio-aprile 2013 si registrato un avanzo di 2.086 milioni di euro, a fronte di uno di 1.923 milioni nello stesso periodo dell'anno precedente.

Numeri che fanno ben sperare per un comparto, quello del benessere e delle piscine, profondamente (e inevitabilmente) legato al turismo e agli alberghi.

Per approfondire

Questa notizia nasce grazie alle informazioni riportate nella newsletter di luglio n. 27/2013 di Federturismo Confindustria.

Foto in apertura da Freeimages.com

Torna indietro